È stato un grande successo, non solo mio ma anche e soprattutto delle ragazze e dei ragazzi di tutti i movimenti che hanno sposato questo progetto. I candidati al Consiglio comunale di “La nostra Terra”, di “Diventerà bellissima”, di “Obiettivo futuro” e di “In Autonomia e Libertà” hanno operato un grande sforzo per far conoscere le nostre idee a tutti, e voi tutti ci avete premiato, vi siete fidati, ci avete creduto, esattamente quanto ci crediamo noi.

All’inizio di questa nuova esperienza, qualche mese fa, era evidente, e lo ancora di più oggi dopo i dati lusinghieri del primo turno, il desiderio di tutti di infondere una svolta storica a Monreale, ma soprattutto di restituire speranza ai nostri concittadini e a noi stessi, dopo anni di sofferenze causate da un pessimo governo cittadino che ha condotto la Città nel profondo baratro, evidente a tutti.

Ecco perché vorrei ringraziare uno per uno tutti coloro che domenica ci hanno dato questa grande spinta. 4460 di voi, di noi, credono nel nostro progetto, ma siamo convinti che sarete ancora più numerosi domenica 12 quando torneremo a votare per il ballottaggio.

La prima battaglia è stata vinta, senza se e senza ma, ma quella più importante si disputerà proprio domenica 12. Ci si presenta innanzi una grande opportunità, cioè dare alla Città un governo che ha le idee chiare su cosa fare, ma soprattutto su come farle: sotto questo profilo il programma che abbiamo presentato e diffuso in questi giorni è garante per noi!

Chiedo a tutti non uno sforzo, bensì un atto di ulteriore coraggio, uno slancio di passione. Monreale può risorgere dalle proprie ceneri.

Siamo convinti che sarà possibile trovare nuova linfa all’interno dei movimenti che i cittadini hanno premiato, ma che non hanno avuto lo spunto necessario per giungere al ballottaggio. Sì, perché siamo convinti che sul programma possano essere trovati punti di convergenza con molte forze che hanno partecipato alla tornata elettorale, forze che hanno a cuore davvero le sorti dei Monrealesi.

Quindi, forza! Abbiamo bisogno di una svolta!

Alberto Arcidiacono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *